Le alternative allo spazzolino in plastica per salvare l'ambiente (e il sorriso) - Sorrisodeciso: il filo diretto col tuo dentista
L’odontoiatria Green
6 Luglio 2020

Le alternative allo spazzolino in plastica per salvare l’ambiente (e il sorriso)

Lo spazzolino rappresenta uno degli oggetti più utilizzati a livello globale. Purtroppo la maggior parte degli spazzolini da denti è realizzata in materiali non riciclabili e questo comporta un problema di rifiuti davvero importante.

 

La plastica in numeri

Considerando che ognuno di noi utilizza circa 3-4 spazzolini ogni anno, nell’arco della vita arriviamo a buttarne nella spazzatura circa 300.

Il tempo di degradazione di uno spazzolino in plastica, secondo il WWF, è di circa 500 anni.

Spesso i rifiuti finiscono nel mare o sono dispersi nell’ambiente e con il tempo possono frammentarsi dando origine a dei minuscoli residui di plastica che entrano nella catena alimentare quando vengono ingeriti dalla fauna marina. Tutti noi sappiamo dell’esistenza delle isole di plastica, ammassi di rifiuti che galleggiano negli oceani. La più estesa si trova nell’Oceano Pacifico ed è grande circa come l’intero continente Europeo.

Sbagliamo a pensare che questo problema sia lontano da noi: il WWF ha stimato che nel 2016 circa 53 mila tonnellate di rifiuti in plastica sono finite nel Mar Mediterraneo e le coste Italiane purtroppo rappresentano una delle aree con la maggiore concentrazione di rifiuti plastici.

 

Cambiare le nostre abitudini e ridurre la produzione di rifiuti dovrebbe essere un obiettivo comune per il bene del pianeta e delle generazioni future. Partendo da piccoli gesti quotidiani, come la scelta dello spazzolino da denti.

 

Gli spazzolini ecologici

Da quando negli anni ’30 è stato prodotto il primo spazzolino in plastica, questo oggetto si è diffuso sempre di più. Di recente, la maggiore attenzione al problema dell’inquinamento ha portato l’industria a cercare materiali alternativi per realizzare questi strumenti. Eccone alcuni:

 

La Bioplastica

Sul mercato possiamo trovare degli spazzolini realizzati in materiali bioplastici. Ma attenzione, non tutti sono compostabili. Infatti quando si parla di bioplastica, si fa riferimento sia alla produzione che allo smaltimento.

Alcuni spazzolini infatti non sono biodegradabili però vengono prodotti partendo da materiali biologici e sfruttando fonti di energia rinnovabile. Il modo in cui sono creati è ecologico e ha un basso impatto ambientale, ma non significa per forza che siano compostabili.

In altri casi invece, gli spazzolini vengono prodotti con materiali vegetali come l’amido di mais e possono essere smaltiti nei rifiuti organici.

 

Il Bambù

Gli spazzolini con il manico in bambù si stanno diffondendo sempre di più come alternativa agli spazzolini tradizionali.

Questo materiale naturale è ecosostenibile a 360°. Infatti le fasi di coltivazione e lavorazione hanno un basso impatto ambientale perché questa pianta cresce molto velocemente e non richiede l’uso di fertilizzanti. Dopo l’utilizzo inoltre può essere smaltito come rifiuto organico e permette quindi di ridurre il volume di rifiuti non riciclabili.

 

Se scegli di utilizzare uno spazzolino ecologico, tieni presente alcune caratteristiche:

  • Le setole in nylon, a differenza dei filamenti naturali, ti permettono di detergere con efficacia e di limitare la proliferazione dei batteri sullo spazzolino. In questo caso, la testina va smaltita nei rifiuti indifferenziati. Purtroppo alcuni filamenti naturali non sono resistenti ed efficaci nel rimuovere la placca dai denti: quando acquisti uno spazzolino ecologico assicurati che abbia le setole morbide e che siano effettivamente in grado di detergere senza danneggiare denti e gengive.
  • La testina e il manico devono essere ergonomici per aiutarti a muovere lo spazzolino in modo agevole e senza rischiare di creare traumi alla bocca. Sul mercato puoi trovare diverse forme e design: assicurati che le dimensioni della testina siano adatte e che il manico sia comodo da impugnare.

Ricorda che uno spazzolino realizzato in materiali naturali non per forza è biodegradabile: se vuoi sapere come smaltirlo, puoi leggere questo articolo dedicato.

 

Se hai deciso di passare al lato green, puoi chiedere un consiglio al tuo igienista dentale di fiducia, che saprà consigliarti uno spazzolino che rispetti l’ambiente senza rinunciare all’efficacia e alla sicurezza. Se vuoi conoscere i prodotti eco- friendly che il team di SorrisoDeciso ha selezionato per te puoi cliccare su questo link.

 

Dr.ssa Alice Filippi

iscriviti alla nostra
newsletter