Consigli pratici per l’igiene orale dai 6 ai 12 anni - Sorrisodeciso: il filo diretto col tuo dentista
Bambini e igiene orale: amore impossibile?
8 Agosto 2020

Consigli pratici per l’igiene orale dai 6 ai 12 anni

 

Intorno ai 6 anni d’età inizia una fase cruciale per il sorriso dei più piccoli, ovvero la permuta dei denti da latte.

Infatti è proprio in questo periodo che iniziano a fare la loro comparsa i denti permanenti.

Inutile dirlo, se vogliamo che questi denti siano belli e sani per tutta la vita è importante prendersene cura al meglio.

In questo articolo potrai capire come proteggere la salute orale dei più piccoli durante l’età scolare, e come farlo in modo divertente.

 

Spazzolino e dentifricio: quali scegliere?

 

Lo spazzolino, che sia manuale o elettrico, deve essere adatto alle dimensioni della bocca del bambino.

Fino agli 8 anni circa, l’adulto dovrebbe continuare a supervisionare il bambino mentre spazzola i denti. Infatti i bambini in questa età sono autonomi nella pulizia, ma spesso possono trascurare delle zone difficili da raggiungere.

Per questo motivo è importante aiutarli a completare in modo corretto la detersione dei denti.

 

Lo spazzolino ideale quindi deve avere una testina delle dimensioni adatte, un manico ergonomico che faciliti i movimenti corretti e le setole morbide e delicate per non rovinare lo smalto e le gengive.

In questa sezione puoi trovare diversi tipi di spazzolino, dai colori e dalle forme più svariati che si adattano in base alla fascia d’età.

 

Per quanto riguarda il dentifricio, le linee guida nazionali  consigliano l’utilizzo di prodotti contenenti fluoro. Sopra i sei anni, il fluoro contenuto nel dentifricio può arrivare fino ai 1450 ppm. Infatti a questa età i bambini sono in grado di controllare la deglutizione e in genere non rischiano di ingoiare il dentifricio e il fluoro contenuto in esso.

In alternativa, ci sono altri agenti remineralizzanti utili per rinforzare lo smalto e renderlo più resistente contro l’azione dannosa dei batteri.

Uno di questi materiali è l’idrossiapatite, una sostanza molto simile a quella che compone i denti (dai un’occhiata alla selezione dei migliori dentifrici per bambini cliccando qui).

Insomma, ce n’è per tutti i gusti: dalla classica menta fino agli aromi più delicati alla fragola o alla frutta, puoi scegliere quello che più piace al bambino per invogliarlo alla pulizia quotidiana. E se tuo figlio non apprezza nessun gusto, puoi sempre optare per un dentifricio senza sapore (che trovi cliccando su questo link).

 

Quando l’igiene orale diventa un gioco

 

A volte convincere i bambini a spazzolare i denti può essere una vera impresa. Per questo puoi utilizzare alcuni stratagemmi per rendere il momento dell’igiene orale più divertente, come se fosse un gioco.

Basta davvero poco per stimolare la fantasia dei più piccoli!

Se il tuo bambino pulisce i denti in modo sbrigativo e frettoloso, potresti provare con una piccola clessidra. Con la sabbia che scorre all’interno invoglia a spazzolare i denti per il tempo corretto di due minuti (eccone una a questo link).

Quando tuo figlio invece fa fatica a rimuovere tutti i residui, potresti provare con dei rivelatori di placca.

Dopo aver pulito i denti, il bambino può usare questi prodotti per vedere i batteri rimasti sulle superfici e rimuoverli correttamente.

Per rendere visibile la placca, si possono usare delle pastigliette da sciogliere in bocca, che donano un colore violaceo o roseo ai batteri rimasti sui denti.

In alternativa, può spazzolare i denti un dentifricio che è invisibile quando è esposto alla luce normale. Per vedere la placca è sufficiente illuminare i denti con una lampada apposita: questa luce particolare reagisce con una sostanza nel dentifricio e i batteri residui appaiono di colore arancione.

 

Per i bambini più tecnologici invece, esistono delle applicazioni per smartphone che aiutano i piccoli a spazzolare per il tempo corretto e nel modo più efficace. Anche questo è un modo interessante per invogliare tuo figlio a pulire i denti senza fare i capricci!

 

Un buon modo per rafforzare i comportamenti buoni dei piccoli è quello di premiare la costanza e le buone abitudini. Puoi per esempio creare un calendario della settimana e utilizzare degli adesivi da applicare con il bambino ogni volta che spazzola bene i denti.

 

Se hai bisogno di un consiglio personalizzato, puoi rivolgerti al tuo odontoiatra o igienista dentale di fiducia.

Nel frattempo, non dimenticarti di iscriverti alla Newsletter per restare sempre aggiornato e scoprire ogni settimana nuovi suggerimenti e curiosità per proteggere la salute orale di tutta la famiglia.

 

Dr.ssa Magda Baczak

iscriviti alla nostra
newsletter