Gli spazzolini elettrici non sono tutti uguali: ecco le differenze - Sorrisodeciso: il filo diretto col tuo dentista
Il tuo personal trainer per l’igiene orale
1 Agosto 2020

Gli spazzolini elettrici non sono tutti uguali: ecco le differenze

Quando pensi allo spazzolino elettrico probabilmente ti viene in mente subito il classico spazzolino con la testina tonda che ruota e oscilla.

In realtà nel termine “elettrico” sono compresi tutti quegli spazzolini che hanno un movimento automatico, che può essere anche diverso da quello rotante.

In questo articolo potrai conoscere i principali modelli presenti sul mercato e le loro caratteristiche.

 

I tipi di spazzolino elettrico

Dall’invenzione del primo spazzolino elettrico nel 1954, ideato in Svizzera, sono stati sviluppati una miriade di modelli e tipologie diversi. Questi dispositivi si differenziano principalmente per due caratteristiche, cioè il tipo di movimento e la velocità.

Vediamo insieme quelli che ad oggi sono i più diffusi sul mercato e quali sono le loro caratteristiche principali:

 

Lo spazzolino roto-oscillante

Uno dei modelli più diffusi è lo spazzolino che compie un movimento roto- oscillante. La testina dalla forma tonda compie un movimento circolare e allo stesso tempo oscilla avanti indietro per disgregare e rimuovere la placca batterica dalla superficie dei denti.

Le testine sono piccole e compatte e garantiscono l’accesso anche nelle zone più difficili della bocca, come per esempio i denti posteriori. Grazie al loro movimento, non è necessario fare dei movimenti particolari perché è sufficiente spostare la testina da un dente all’altro e lasciare che le setole sgretolino la placca.

 

Lo spazzolino sonico

Lo spazzolino sonico è caratterizzato da un movimento vibrante delle setole, che oscillano lateralmente.

La testina di questo tipo di spazzolini è generalmente allungata e simile a quello manuale.

Infatti quando utilizzi questo tipo di dispositivo devi muovere attivamente lo spazzolino con la stessa tecnica di quello tradizionale.

 

La velocità di movimento: cosa cambia?

Molti spazzolini elettrici ti permettono di selezionare la velocità. In base alle tue esigenze puoi per esempio scegliere un movimento più lento e delicato oppure più energico e potente.

Gli spazzolini sonici inoltre creano una turbolenza nell’acqua che aumenta la capacità di pulizia negli spazi più difficili da raggiungere con le setole.

Le bolle che si creano nell’acqua durante l’utilizzo di questi spazzolini hanno anche un’azione distruttiva verso i batteri della placca.

 

Per concludere, ecco alcune caratteristiche fondamentali che devi considerare nella scelta dello spazzolino adatto a te:

 

  • Il tipo di movimento (roto- oscillante o vibratorio).
  • La velocità, cioè il numero di oscillazioni o rotazioni che lo spazzolino è in grado di fare in un minuto. Molti spazzolini ti permettono di selezionare velocità e modalità di spazzolamento diverse, per una pulizia energica oppure più delicata.
  • Alcuni modelli sono basici, mentre quelli più recenti ti offrono altre funzionalità. Il timer integrato, con cui puoi essere sicuro di spazzolare per il tempo corretto, e il sensore di pressione, che ti indica quando stai premendo troppo per evitare di creare traumi allo smalto o alle gengive possono essere molto utili.
  • Alcuni spazzolini di ultima generazione si collegano al tuo smartphone attraverso il Bluetooth e ti consentono di monitorare la tua igiene orale nel tempo, per valutare la costanza e la precisione di pulizia.

Insomma, dalle testine, agli accessori in dotazione come le custodie da viaggio, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Se hai intenzione di acquistare uno spazzolino di questo tipo, ti consiglio di rivolgerti al tuo igienista dentale di fiducia, che può indirizzarti verso il modello migliore in base alle tue necessità.

 

Se vuoi dare un’occhiata ai modelli che il team di SorrisoDeciso ha selezionato per te, visita la sezione dedicata cliccando su questo link.

 

Dr. Massimo Roperti

iscriviti alla nostra
newsletter