L’alito cattivo: come risolvere questo (pesante) problema - Sorrisodeciso: il filo diretto col tuo dentista
L'igiene dentale spiegata semplice
8 Gennaio 2021

L’alito cattivo: come risolvere questo (pesante) problema

Tempo di lettura: 2min 07sec

Cos’è l’alitosi?


L’alitosi è la formazione di cattivi odori a livello della bocca. Può essere causata dai batteri presenti nella bocca, oppure da problemi legati alla salute generale.

L’alito cattivo è un disturbo che affligge molte persone, sia adulte che giovani. Questa situazione, oltre a creare imbarazzo, può avere un impatto negativo sulla vita sociale di chi ne soffre.

L’alitosi: cavo orale o salute generale?

Per capire come combattere l’alitosi, è importante stabilirne la causa. Nel 90% dei casi infatti l’origine dell’alito cattivo è nel cavo orale. In altri casi più rari può essere dovuto a problemi di salute, come alcuni disturbi gastro- intestinali o respiratori. Solo in minima parte l’alitosi è causata da un certo tipo di alimentazione.

Come si forma l’alito cattivo

L’alitosi si presenta a causa dei cosiddetti CSV, i composti solforati volatili. Sono le molecole responsabili del cattivo odore e vengono prodotte da alcuni tipi di batteri presenti in bocca.

Nel cavo orale vivono più di 500 specie batteriche. La maggior parte di loro sono in grado di produrre composti odorosi e di conseguenza causare l’alitosi. Una scarsa igiene orale, la presenza di malattie come le carie molto avanzate o la gengivite e la parodontite, sono collegate alla produzione di cattivi odori.

Come combattere l’alitosi

Se soffri di alitosi, ecco qualche consiglio per risolvere questa sgradevole situazione:

  1. Prenditi cura in modo preciso della tua igiene orale. Come abbiamo visto, la causa principale dell’alito cattivo sono i batteri che vivono nella tua bocca. Soprattutto sulla lingua, che può diventare un vero e proprio serbatoio di microrganismi. Oltre a filo e spazzolino, puoi utilizzare un puliscilingua. Questo strumento è l’ideale per rimuovere la maleodorante patina dalla lingua in modo facile ed efficace.
  2. Utilizza dei prodotti dedicati. Sul mercato esistono diversi accessori per controllare l’alitosi. Puoi usare dei collutori, ma anche degli spray o delle gomme da masticare da portare con te quando sei fuori casa.
  3. Potenzia la tua saliva. Il flusso salivare gioca un ruolo importantissimo Quando la saliva scarseggia o è assente, manca un’arma di difesa naturale contro i batteri. Se hai questo tipo di problema, puoi usare dei prodotti che potenziano l’azione protettiva della saliva.
  4. Sottoponiti a una visita dal dentista. Questo è utile per controllare la presenza di malattie o infezioni che possono essere collegate all’alitosi. Le carie ma anche l’infiammazione delle gengive possono infatti dare origine a cattivi odori. Con le corrette terapie puoi risolvere il problema. Inoltre puoi ricevere dei consigli personalizzati ed escludere la presenza di altre cause dietro all’alito cattivo.

Dai un’occhiata alla sezione dedicata all’alitosi nello Shop per scoprire tutti i prodotti indicati in caso di alito cattivo e trovare quello che fa per te. Hai bisogno di aiuto? Scrivici in livechat!

Dr. Andrea Benetti

iscriviti alla nostra
newsletter