Due ragioni per cui dovresti usare il filo interdentale prima dello spazzolino - Sorrisodeciso: il filo diretto col tuo dentista
Tips and tricks: perché non me l’hanno detto prima?
23 Giugno 2020

Due ragioni per cui dovresti usare il filo interdentale prima dello spazzolino

 

Spazzolare i denti e poi utilizzare il filo interdentale o gli scovolini, oppure viceversa? Se anche tu ti sei posto questa domanda, puoi scoprire in questo articolo qual è la sequenza corretta e perché.

 

La placca batterica è la causa principale dei problemi che colpiscono la tua bocca, come la carie o la gengivite. Come spiega il dr. Massimo Roperti nel suo articolo dedicato alla placca (puoi leggerlo cliccando qui), il metodo migliore per rimuoverla è quello di disgregarla con lo spazzolino.

Tuttavia quando spazzoli i denti non riesci a rimuovere la placca dagli spazi interdentali: per questo devi utilizzare altri presidi, come il filo o gli scovolini.

 

Prima il filo o lo spazzolino?

La pulizia interdentale abbinata allo spazzolamento è fondamentale per mantenere sani i tuoi denti e le tue gengive. Molte persone utilizzano prima lo spazzolino e poi il filo, altri invece seguono l’ordine inverso.

 

L’ideale è utilizzare prima il filo per rimuovere la placca interdentale e poi detergere le altre superfici con spazzolino e dentifricio.

I motivi per cui è meglio iniziare dalla pulizia interdentale sono semplici:

 

1) Quando utilizzi il filo, può capitare che la placca e i residui di cibo non vengano catturati dai filamenti, ma siano semplicemente spostasti sulle pareti esterne dei denti. Se utilizzi lo spazzolino dopo il filo, puoi rimuovere questi residui e ottenere una pulizia ottimale.

2) Il dentifricio che metti sullo spazzolino è in grado di infiltrarsi negli spazi interdentali e apportare fluoro o altri agenti che rinforzano lo smalto. Se usi il filo prima di spazzolare i denti, rimuovi la placca e faciliti l’accesso del dentifricio tra un dente e l’altro.

 

Ecco perché passare il filo e poi usare lo spazzolino può migliorare la riduzione della placca, ma anche aumentare il tempo di contatto con il fluoro o gli agenti remineralizzanti contenuti nel dentifricio. In questo modo puoi essere più efficace nella prevenzione di carie e gengiviti.

 

Per sapere quali strumenti sono più adatti per rimuovere la placca batterica dagli spazi tra i tuoi denti, puoi chiedere un consiglio al tuo igienista dentale di fiducia. Nel frattempo, puoi dare un’occhiata ai fili interdentali presenti nello shop di SorrisoDeciso cliccando qui, oppure agli scovolini (clicca qui).

 

Dr. Andrea Benetti

iscriviti alla nostra
newsletter