Il dentifricio: viaggio attraverso i secoli - Sorrisodeciso: il filo diretto col tuo dentista
Curiosità e falsi miti
1 Marzo 2021

Il dentifricio: viaggio attraverso i secoli

Tempo di lettura: 2min 30sec

Non saprei dirvi il nome e cognome di chi ha inventato il primo dentifricio; quello che so però è che questo oggetto tuttora presente nelle case di tutti noi ha origini davvero antichissime.

Dove ha inizio: (l’immancabile) Antico Egitto

Il prototipo dei primi dentifrici ha origine nell’antico Egitto (più di quattro mila anni fa). La loro versione di pasta dentifricia era composta da un mix di ceneri ed erbe. Insomma, se leggessimo ora la lista degli ingredienti sarebbe davvero diversa da quella attuale e ad alcuni potrebbe far storcere il naso. Alcuni dei materiali usati erano infatti le ceneri polverizzate, ottenute dalla combustione di mirra, gusci di uova e zoccoli di animale. Insomma, se facciamo il confronto, spazzolare i denti con i prodotti che abbiamo oggi è davvero una fortuna.

I dentifrici nell’antichità: ingredienti semplici (e non solo)

Anche se la versione Cinese forse non è di nostro gusto (la base dei dentifrici erano le ossa di pesce sbriciolate), in Oriente vennero fatti i primi tentativi per rendere il gusto più piacevole, aggiungendo erbe ed aromi a questi composti. Composti che anche nel caso di Greci e Romani erano abbastanza abrasivi, se consideriamo che erano a base di ossa o gusci di conchiglie polverizzati.

Gli Arabi invece, nel Medioevo, utilizzavano come base per le paste e le polveri dentifricie la sabbia fine e la pomice. Anche in questo caso, data l’alta abrasività, si rischiavano grossi danni allo smalto dentale.

Insomma, un igienista dentale a quei tempi non avrebbe avuto vita facile 😉

Il dentifricio come lo conosciamo noi

Fino all’800 gli ingredienti del dentifricio sono rimasti sostanzialmente invariati. Nel Diciannovesimo secolo invece, il dottor Peabody aggiunse a questo composto il sapone, che fu poi sostituito con il sodio laurilsolfato (l’ingrediente che rende il dentifricio schiumoso).

A fine ‘800 una nota ditta produsse il primo dentifricio a livello commerciale. Aveva un gusto gradevole ed era confezionato in barattoli di vetro.

Il primo dentifricio commerciale, confezionato nei barattoli di vetro.

Nei primi anni del ‘900 invece fece la comparsa nei dentifrici il fluoro, una molecola in grado di rinforzare lo smalto che tuttora è presente in moltissimi prodotti di igiene orale.

Ad oggi abbiamo a disposizione una grandissima varietà di dentifrici, dai gusti e dagli ingredienti più diversi. Per fare una scelta corretta, puoi chiederci un parere in live chat oppure scoprire quali sono i prodotti più adatti per te con un rapido test. Nel frattempo puoi stare tranquillo, abbiamo controllato: nessuno dei dentifrici su SorrisoDeciso contiene ossa o ingredienti del genere 😎

Dr.ssa Alice Filippi

iscriviti alla nostra
newsletter