L'igiene domiciliare degli impianti: ecco cosa non può mancare - Sorrisodeciso: il filo diretto col tuo dentista
Il tuo personal trainer per l’igiene orale
20 Maggio 2021

L’igiene domiciliare degli impianti: ecco cosa non può mancare

Tempo di Lettura: 1min 30sec

Dì la verità: forse anche tu hai pensato che gli impianti non abbiano bisogno di cure. “D’altronde sono denti finti, quindi non si cariano, perché dovrei tenerli puliti?”. Questo è un errore molto comune, che purtroppo può vere conseguenze sgradevoli per la salute della bocca.

L’impianto: un dente finto che va curato come uno vero (o meglio)

L’impianto è un modo valido per sostituire un dente perso, tuttavia deve essere curato e mantenuto nel tempo. Perché? Perché i batteri possono danneggiare l’osso e la gengiva intorno all’impianto. Per questo motivo è importante rimuovere la placca batterica proprio come fai sui denti naturali.

Sul mercato esistono dei prodotti dedicati all’igiene domiciliare dell’impianto. Continua a leggere per scoprire quali sono.

Gli accessori che non possono mancare per l’igiene dell’impianto dentale

Rullo di tamburi… Spazzolino! Come avrai già immaginato lo spazzolino è fondamentale per rimuovere la placca dalle superfici esterne dell’impianto e dei tuoi denti. Puoi utilizzare lo spazzolino manuale o elettrico che usi per il resto della dentatura. Se hai bisogno di raggiungere meglio alcuni punti più nascosti intorno all’impianto, ci sono degli spazzolini appositi con delle file di setole molto sottili che ti permettono di arrivare anche nelle zone più difficili.

Esempio di spazzolino per impianti con due file di setole per raggiungere le zone difficili.

Anche nel caso degli impianti la pulizia degli spazi interdentali è fondamentale per rimuovere i batteri poi utilizzare degli scovolini oppure un filo spugnoso che ti permettono di arrivare anche sotto la gengiva e detergere bene le strutture più nascoste dell’impianto.

Filo spugnoso ideale per detergere gli impianti.

Per completare l’opera puoi anche utilizzare dei dentifrici o dei collutori dedicati agli impianti. Questi prodotti solitamente hanno una concentrazione di fluoro più bassa e contengono delle molecole che agiscono contro i batteri, come per esempio l’olio ozonizzato.

Ogni bocca è diversa: per questo motivo ti consiglio di rivolgerti al tuo igienista dentale per avere dei consigli personalizzati in base alle tue esigenze.

Hai dubbi o domande? Scrivici in chat: siamo a tua disposizione!

Dr. Massimo Roperti

iscriviti alla nostra
newsletter