Cos’è il tartaro e perché è importante rimuoverlo - Sorrisodeciso: il filo diretto col tuo dentista
L'igiene dentale spiegata semplice
27 Novembre 2020

Cos’è il tartaro e perché è importante rimuoverlo

 

Cos’è il tartaro?

Il tartaro è la placca batterica mineralizzata che si forma sulle superfici dei denti. Può apparire di diversi colori, dai toni bianco-giallastri fino al marrone. Questi depositi calcificati possono formarsi sia sopra la gengiva, ma anche al di sotto del margine gengivale.

Come si forma il tartaro

Il tartaro si sviluppa quando la placca batterica subisce un processo di mineralizzazione, a causa dei sali di calcio fosfato. Non tutte le zone della bocca presentano la stessa quantità di tartaro: infatti, nelle zone vicine ai dotti salivari, solitamente se ne accumula di più

Inoltre, la presenza di tartaro varia anche da persona a persona. Infatti la formazione di questi depositi dipende da molti fattori. Alcuni di questi sono la dieta, l’età, la presenza di malattie e la carica batterica presente in bocca. E la saliva? Per capire che ruolo ha puoi leggere l’articolo sulla correlazione tra saliva e tartaro.

Perché il tartaro è dannoso

Anche se il tartaro potrebbe sembrare un’entità morta, una specie di minerale innocuo, in realtà piò provocare infiammazione gengivale o danni peggiori. Infatti questi depositi fungono da calamita per i batteri vivi, che sono difficili da rimuovere con le normali manovre di igiene orale. I microrganismi agiscono quindi producendo delle tossine, che possono causare una gengivite. Nei casi peggiori, quando il tartaro rimane sui denti per un tempo maggiore, l’osso e la gengiva attorno ai denti possono andare incontro a una distruzione irreversibile. In questo caso si parla di parodontite (che potresti conoscere con il nome di “piorrea”), che implica la perdita delle strutture di supporto dei denti e può portare, nelle ultime fasi, alla perdita di elementi dentali.

Come si rimuove il tartaro

Utilizzando lo spazzolino e gli strumenti di pulizia interdentale, come il filo o gli scovolini, sei in grado di rimuovere la placca batterica che si forma quotidianamente sui tuoi denti. Ma quando questa patina di batteri si mineralizza, gli strumenti che hai a casa non sono sufficienti per rimuoverla. Per rimuovere il tartaro devi sottoporti a una seduta di igiene orale professionale. L’igienista dentale si occupa di distruggere il tartaro e staccarlo dalle superfici dentali, utilizzando degli strumenti meccanici oppure manuali. In questo modo sei facilitato nella pulizia domiciliare e riesci a detergere la placca per prevenire i problemi gengivali.

La materia prima per la formazione del tartaro è la placca batterica. Visita lo shop di SorrisoDeciso: troverai tutti gli strumenti utili per pulire i tuoi denti in modo efficace ogni giorno e prevenire la formazione del tartaro.

Dr. Andrea Benetti

iscriviti alla nostra
newsletter